Top

Per il gruppo MD i primi vettori 100% green

Il primo step verso una flotta che rispetta l’ambiente. Grazie a un sistema sviluppato appositamente, i mezzi a metano avranno la cella frigorifera alimentata a energia elettrica prodotta dallo stesso motore: maggiori prestazioni e risparmio, soprattutto di CO2.

Gricignano di Aversa, 17 maggio 2018 - Il Gruppo MD si dota dei primi vettori per il trasporto merci completamente ecologici in Italia. Gi.Ma.Trans, partner per la distribuzione del Gruppo, ha introdotto nella sua flotta due innovativi automezzi in cui non solo il gruppo motore è alimentato esclusivamente a metano LNG (liquido), ma anche il gruppo refrigerante della cella destinata alle merci funziona attraverso l’energia elettrica prodotta dallo stesso motore. Una sensibile differenza rispetto alle dotazioni dei mezzi tradizionali (anche a metano), dove invece è un motore diesel dedicato a fornire l’energia.

E’ il primo step di un progetto destinato nei prossimi anni ad avere il maggior numero possibile di mezzi green nel parco vettori che servono gli oltre 725 punti vendita di MD S.p.A. Una scelta fortemente voluta dal Gruppo nello spirito di innovazione e di soluzioni che vanno sempre verso il rispetto dell’ambiente. In questi anni MD ha dotato i propri punti vendita di luci LED di ultima generazione, ha installato oltre 9.700 pannelli solari nella sede di Gricignano d’Aversa, rendendola energeticamente autosufficiente e ha attuato nei propri centri logistici innovazioni capaci di un sensibile risparmio energetico.

La tecnologia necessaria per rispondere ai requisiti voluti da MD per i nuovi mezzi è stata praticamente inventata ex novo e realizzata su richiesta da un allestitore francese. Il motore 5 cilindri è stato accoppiato infatti a un gruppo realizzato dalla Frigoblock, messo in azione esclusivamente dall’energia elettrica ricavata da un generatore collocato a fianco della coppa-motore modificata per azionarlo tramite una trasmissione montata sull’albero motore. Un sistema prodotto in Germania e utilizzato, oltre che nella stessa Nazione, anche in Inghilterra, e che oggi arriva per la prima volta in Italia grazie a questa operazione. Interessante notare come il sistema realizzato sia in grado di sviluppare una notevole potenza refrigerante (quasi il doppio dei sistemi tradizionali).

Le motrici hanno una portata di 260 quintali e contengono 21 pallets. La capacità del serbatoio è di 530 Kg di metano LNG che conferisce al mezzo un’autonomia stimata intorno ai 900 Km, tutti assolutamente green visto che i motori a metano generano il 20% in meno di CO2 rispetto alla benzina, non producono particolato (PM10) e “black carbon” (PM2,5) e riducono del 95% le altre emissioni inquinanti rispetto al gasolio. Oltre a questo c’è il risparmio economico con un costo del 60% in meno rispetto al diesel.